Venerdì, 30 Ottobre 2015 20:57

Erri de Luca e “La musica mai provata” in scena al Teatro Bellini In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Erri de Luca, noto scrittore contemporaneo, ha deciso di portare il suo libro “La musica privata” al Teatro Bellini di Napoli, dal 3 all’8 novembre. Lo scrittore, direttore della rappresentazione, ha dichiarato che si tratterà di una chiacchierata musicale, un’insieme di musica e parole distanziate tra loro, come era solito usare nell’Ottocento.

IL PROCESSO DI ERRI DE LUCA - L’8 novembre in piazza Municipio ci sarà l’appuntamento “Napoli sta con Erri”: un concerto con molti musicisti e intellettuali tra cui Almamegretta, Maldestro e Raffaele Giglio. Un concerto in nome della solidarietà del mondo artistico e intellettuale alla sentenza di assoluzione che però lo ha visto imputato per "istigazione a delinquere dopo aver detto in un'intervista che "la Tav va sabotata", un processo alle idee secondo alcuni che è stato criticato come "reato d'opinione", un reato che non esiste ma che viene dato solo nei regimi dittatoriali. Il processo subito ha reso De Luca un vero e proprio "paladino delle idee" infatti lo scrittore ha più volte dichiarato: "i giudici possono anche condannarmi, ma non mi faranno cambiare idea", e ancora "mi accusano senza prove, ma lo Stato sarà condannato per l'amianto in Val Susa".

Ad accompagnarlo in quest’esperienza ci saranno la coppia jazz Nicky Nicolai e Stefano di Battista, con la loro band a seguito: Roberto Pistolesi alla batteria, Daniele Sorrentino al basso e Andrea Rea al pianoforte.

De Luca in un’intervista dichiara: “Ma sì. Cantiamo “Solamente mio”, “Essere Medit”, “Mi fa paura che non piangi figlio” e, alla fine, “Arrivederci fratello mare”. C’è pure “Variante di canzone”, ovvero un innesto sulle strofe di “I’ te vurria vasà” di Vincenzo Russo e Eduardo Di Capua. Ho aggiunto versi che dicono del bastare e del mancare, tra innamorati”.

Da ateo, Erri descrive ciò che riguarda la religione, le credenze e riti, pur non attribuendosi nessuna licenza.

In scena non saranno risparmiate inoltre accuse sulla guerra e lo stupro del territorio.

In un’intervista di Repubblica, lo scrittore ha anche dichiarato che “sta con De Magistris” in vista delle elezioni previste per il 2016 e che “Bassolino è musica già provata”.

Letto 1042 volte Ultima modifica il Sabato, 31 Ottobre 2015 21:11
Ilaria Blandi

Content curator settore cronaca e società.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Privacy

×
Iscriviti a "Il Falso Quotidiano.it" per rimanere sempre aggiornato!