Venerdì, 16 Ottobre 2015 15:32

Danno nel Benevento, Pastifico Rummo distrutto dall’alluvione In evidenza

Scritto da Ilaria Blandi
Vota questo articolo
(2 Voti)

Nella notte tra il 14 e 15 ottobre, il terribile nubifragio avvenuto nel Benevento ha danneggiato il famoso Pastifico Rummo. Il forte maltempo ha sorpreso i 20 operai che operavano nel turno notturno, immobilizzandoli nel luogo di lavoro e facendoli lottare con acqua e fango, mettendoli a dura prova. L’intervento dei Vigili del Fuoco ha aiutato a metterli in salvo. Alcuni dipendenti, saliti sul tetto per scampare a ciò che stava succedendo, sono stati tratti in salvo dagli elicotteri.

Il danno dell’inondazione è notevole, macchinari demoliti e ogni tipo di merce andata perduta. "Ci basta guardare i volti degli operai per capire quanto sia grave quello che è successo" informa la ditta.

Un grave danno per l’economia del Mezzogiorno, poiché il pastificio non può più contare sulla produzione per l’autunno e per l’inverno.

Perciò non è mancato il sostegno da tutt’Italia, dato che sui social network è partita una gara di solidarietà con l’hashtag #SaveRummo. La campagna consiste nel comprare un pacco di pasta Rummo e postarne una foto su Instagram, Twitter o Facebook, per far sapere a molta più gente ciò che è accaduto e invitarla a far acquistarne un prodotto per aiutare l’azienda, marchio bandiera del Sud dal 1846. Anche Selvaggia Lucarelli non è è fatta sfuggire l'occasione e ha lanciato su facebook una foto in cui regge un pacco di pasta Rummo e l'ha diffusa scrivendo: "Questo è il mio pensiero per il pastificio Rummo e per gli operai che durante l'alluvione a Benevento hanno lottato contro la furia dell'acqua per salvarsi e salvare la fabbrica. Le macchine purtroppo sono andate distrutte, ci sono 200 persone a casa. Io la vostra pasta la compravo già, sono certa che nei prossimi giorni la compreranno in tanti, per aiutarvi a tornare al lavoro. (tanto il sor Barilla un tetto ce l'ha, su)".

A far sapere dei danni al pastificio sono stati cittadini comuni su facebook, messaggi che hanno letteralmente viralizzato la rete arrivando a fare 31.000 condivisioni, come questo.

E mentre in Campania continua a piovere in modo impietoso, si contano i danni del maltempo che, attualmente, ammontano ad alcune centinaia di milioni di euro. Non solo le attività agricole e industriali della zona hanno subito danni, ma soprattutto i viticoltori.

La migliore annata degli ultimi 30 anni è andata in fumo in una notte. Le viti sono state rovinate e, probabilmente, ci vorranno anni per rimediare. Ma se non si fa qualcosa per mettere in sicurezza i territori, probabilmente la situazione è destinata a ripetersi: è la seconda volta che Benevento viene ingoiata dal fango.

 

LEGGI ANCHE - Alluvione Benevento: siamo sicuri che non fosse una tragedia annunciata?

 

Letto 680 volte Ultima modifica il Martedì, 27 Ottobre 2015 03:01

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Privacy

×
Iscriviti a "Il Falso Quotidiano.it" per rimanere sempre aggiornato!