Martedì, 15 Dicembre 2015 10:19

Equitalia pignora 100% pensione, DECIBA: "Situazione inammissibile" In evidenza

Scritto da Redazione
Vota questo articolo
(1 Vota)

Pensione bloccata per un pignoramento da 15 milioni di euro da scontare con Equitalia. E' una cosa legale?  La notizia del pensionato di Rimini fa il giro del web ma ilfalsoquotidiano.it ha chiesto ad uno dei legali di DECIBA, Emanuele Di Maso se il pignoramento è legale e, quello che ne è emerso è davvero sconcertante...

RIMINI - Fa il giro del web la storia del pensionato 71 enne di Rimini a cui viene sotrratta il 100% della pensione a causa di un debito con Equitalia di 15 milioni di euro. Al di là dell'entità del debito, il pignoramento è stato effettuato perchè il pensionato è stato accusato di aver evaso le tasse e aver portato gli incassi a San Marino. Si tratta infatti di uno dei pensionati che è finito nel maxi processo Long Drink, avviato per scoperchiare le triangolazioni Italia - San Marino. E' bene precisare che, come si apprende dall'articolo pubblicato sul quotidiano locale Altarimini, anche se il processo finì con la prescrizione, l'iva da versare sarebbe comunque rimasta e, per questo il debito da riscuotere è stato affidato come da prassi ad Equitalia. Il pensionato, ignaro di tutto, è andato per riscuotere la sua pensione, ma si è sentito rispondere negativamente dall'impiegato affermando che sulla pensione era stata applicata una sottrazione totale del 100%.

Al di là di inutili moralismi, è bene precisare che la medesima sottrazione sarebbe stata comunque applicata. Certo è raro trovare sottrazioni di questo tipo, ma casi del genere non sono assolutamente isolati e, purtroppo, Equitalia non è la sola ad applicare prelievi di questo tipo. E' la prassi. La domanda è: si tratta di un procedimento legale? Lo chiediamo ad Emanuele Di Maso, avvocato esperto in diritto bancario e membro dell'associazione Dipartimento Europeo sul Controllo Europeo degli illeciti bancari (DECIBA):

"In relazione alla vicenda che vede il povero pensionato di Rimini, il quale subisce il pignoramento della pensione di euro 700,00 da parte di Equitalia evidenzia la eccessività degli strumenti utilizzati nei confronti di cittadini indigenti che mai potranno soddisfare pretese creditorie avanzate dall'ente di riscossione pubblico. Tra l'altro i percettori di pensione minima pari ad euro 671,00 mensili non possono subire alcun pignoramento, in questo caso Equitalia potrà soddisfare il presunto credito solo sulla e eccedenza ovvero 29,00 euro e nella misura di 1/5. Il tutto è davvero paradossale se pensiamo ai costi sostenuti ed i disagi procurati ai cittadini. È davvero necessario riformare il sistema rendendo inammissibile queste situazioni".

Non a caso l'avvocato del pensionato Stefano Caroli, ha già presentato ricorso.

Letto 1547 volte Ultima modifica il Martedì, 15 Dicembre 2015 20:26

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Privacy

×
Iscriviti a "Il Falso Quotidiano.it" per rimanere sempre aggiornato!