Mercoledì, 30 Settembre 2015 02:25

Il Consiglio regionale della Campania promuove il Referendum contro Sblocca Italia: basta? In evidenza

Scritto da Franco Ortolani
Vota questo articolo
(1 Vota)

Il Consiglio regionale della Campania promuove il Referendum abrogativo contro alcune norme dello Sblocca Italia relative alle attività petrolifere: "una notizia positiva quanto negativa!".

Positiva per le compagnie petrolifere, perché le norme facilitano la ricerca e le estrazioni di petrolio sia in mare che sulla terraferma con tempi brevi, purtroppo senza garantire una adeguata tutela ambientale e delle risorse naturali di importanza strategica come l’acqua!

Ma negativa per i tempi lunghi! In questo modo non si interviene in tempo per tutelare le risorse idropotabili regionali e interregionali!

Oggi con lo sblocca Italia le compagnie petrolifere in 180 giorni possono essere autorizzate ad iniziare le attività di perforazione.

Se la Regione Campania intende agire subito ed efficacemente contro le trivellazioni e le attività petrolifere più impattanti, deve sapere che in Campania incombono già permessi anche sui serbatoi naturali di acqua potabile che alimentano milioni di abitanti tra Campania, Basilicata e Puglia.
Si tratta di rilievi montuosi come i Monti Picentini (in Campania) che alimentano circa 10.000 litri al secondo, come il gruppo dei Monti di Muro Lucano-Monte Marzano-Monte Ogna-Contursi Terme (tra Campania e Basilicata) che alimentano sorgenti di oltre 4000 litri al secondo, dei Monti della Maddalena (tra Campania e Basilicata) che alimentano sorgenti per oltre 4000 litri al secondo.

Un'azione regionale di buon senso e responsabilità che immediatamente la Regione Campania deve avviare è la “proclamazione” delle risorse idropotabili di importanza strategica, istituendo subito i Santuari dell'acqua potabile dei Monti della Maddalena, Monti di Muro Lucano-Monte Marzano-Monte Ogna-Contursi Terme, Monti Picentini.
Per tutelare in maniera "assoluta" i serbatoi naturali dell'acqua potabile.
Una azione semplice, diretta, immediata.
Poche chiacchiere e una azione di grande responsabilità per dare un futuro sicuro all'acqua potabile che oggi non è tutelata tanto è vero che sui rilievi montuosi citati insistono permessi di ricerca per avviare attività petrolifera che rappresentano un errore da eliminare!
Semplice!

Letto 1351 volte Ultima modifica il Lunedì, 26 Ottobre 2015 16:53
giweather joomla module

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Privacy

×
Iscriviti a "Il Falso Quotidiano.it" per rimanere sempre aggiornato!